Cosa fare a Bosa

1. Andate al mercato il martedì, dalle 8,30 alle 12.00 in Via Garibaldi dove si trova il Comune per godervi la vita quotidiana di Bosa e comprare i prodotti locali.

2. Visitate le chiese campestri, non solo San Pietro Extra Muros (1 km dalla città, verso est), ma anche Sant’Olma (Cosimo e Damiano) e Sant’Eligio (costruita sul nuraghe ancora visibile).

3. Incamminatevi sulla strada che vi porta alla diga, ad est della città, per godere della campagna incontaminata, dei boschi, del fiume, dei sentieri. Alla fine arrivate alla diga, sembra una scultura enorme nella valle.

4. Visitate il Castello e la Chiesa dentro le mura, dall’alto si gode di una panoramica stupenda.

5. Passeggiate per le vie de Sa Costa, che assomiglia a un labirinto. Cercate gli animali incisi nel portone di Scala Portella, la pietra in Via Muruidda con scritto “1607”, la casa violetta, e dopo prendete un caffè nel chiosco sulla strada panoramica, in cima.

6. Ascoltate il coro di Bosa. Il martedì e il venerdì, dalle 19.00 alle 21.30, nella loro cantina in Via Santa Croce.

7. Passeggiate sulle sponde del fiume Temo. Scendete nella passerella sul Lungotemo per guardare le barche, le pittoresche reti dei pescatori e il panorama. Poi attraversate il fiume percorrendo il ponte pedonale, passando per le conce. Considerate che il fiume non solo ha favorito la nascita di un importante mezzo di trasporto ma ha anche rappresentato una ricca risorsa nel passato.

8. Esplorate la foce del fiume, verso nord, dove si trovano gli scogli, le piscine naturali e proseguite il sentiero che vi porta a Cala e’ Moro e Sos Puppos, una caletta incredibile.

9. Andate nelle diverse gelaterie della città, una sfida. Non vorrete mica andar via senza aver assaggiato ogni gusto prima della vostra partenza?

10. Cenate all’aperto. Quest’anno c’è una vera esplosione di ristoranti buoni in città con i tavoli all’aperto. Potete cenare/pranzare veramente bene e allo stesso tempo guardare le persone che passano… si chiama “people watching” in inglese.

11. Prendete il trenino verde. Passerete una bella mattinata attraversando l’agro di Bosa e dintorni godendo di una veduta indimenticabile. Parte dalla stazione vecchia di Bosa Marina. Chiedete lì oppure ad Esedra, al Corso.

12. Fate una gita nella baia di Bosa, oppure sul fiume prendendo il battello che parte dal Ponte Vecchio.

13. Ammirate i quadri e le sculture alla galleria MAP, al Museo Casa Deriu ed alla Pinacoteca Antonio Atza, si trovano tutti al Corso.

14. Imparate la storia industriale bosana della concia delle pelli al Museo delle Conce e il restauro della zona delle concerie. Si trova tutto nel pittoresco quartiere artigianale di Sas Conzas, in riva al fiume Temo.

15. Festeggiate! Ci sono tantissime feste nell’arco dell’anno a Bosa! Non solo il Carnevale e Regnos Altos, ma anche Santa Maria del Mare e frequenti avvenimenti sia civici che religiosi. Controllate su Bosa Tour!

Le 15 cose da fare in vacanza a Bosa sono state scritte e pensate con lo scopo di non aver bisogno d’usare una macchina… Tutti i posti descritti sono raggiungibili a piedi o in bicicletta.